Guida re-flash delle XBOX360 senza usare Xell-Reloaded


Per scaricare la mia versione con Skin GUI modificata: Link

Il programma permette anche la lettura della NAND con successiva verifica post-lettura una volta salvata correttamente  nel percorso che dovrete indicargli al momento che pigierete sull’apposita opzione “Dump NAND/Flash”, quindi se vorrete salvalvare la copia della NAND preparate una pennetta USB formattata FAT32 con già una cartella pronta.

Con Fusion  questo software contiene un Bug, fa correttamente la lettura e salva correttamente la copia della NAND ma nella verifica al 99% l’interfaccia si congela, e la console va spenta e riaccesa perchè torni a funzionare! Dal Forum Xecuter il problema è stato già segnalato e probabile uscirà una nuova versione del software, ma dal team si fa presente che è sconsigliato fare Dump della NAND sotto Fusion.

Per eseguire la scrittura, basterà posizionare via rete (con la condivisione Samba via FreeStyle, o con XBOX360 Neighborhood, o con FTP ecc.) il file nandflash.bin su periferiche connesse alla console come Hard-Disk interno ecc. o copiarla su periferica USB formattata FAT32 direttamente dal PC e inserire poi la pennetta nella console prima di avviare l’eseguibile di NAND Flasher 360.

Una volta terminato il flashing della NAND basterà cliccare sull’opzione “Shutdown” e al riavvio la console sarà aggiornata cosi come avviene con il metodo Xell-Reloaded, metodologia impossibilitata sulle console con Fusion, che non contiene a differenza delle normali NAND FreeBoot Xell-Reloaded, e quindi non permette “nativamente” di poter tornare indietro dopo aver flash’ato la console.

Questo software contiene un’ottima gestione dei Bad-Block, con rimappatura ecc. cosi come Xell-Reloaded, quindi è sicuro al pari della versione 4 del rawflash. Già dopo la corretta scrittura dei primo 50 blocchi di una NAND RGH o RGH2.0 viene di fatto ripristinato Xell-Reloaded, quindi in caso di problemi basterà aver inserito sulla pennetta USB FAT32 eventualmente usata per l’operazione il file xenon.elf per poter subito riflash’are la console via Xell-Reloaded avviandola come al solito premendo Eject.

N.B. Fate attenzione, specie con Fusion, i file che vanno estratti dalla NAND originale della console, vanno appunto estratti da una NAND letta dalla console quando era originale, non quando ormai già conteneva codice JTAG che causa schermo nero all’avvio della console dopo aver flashato la NAND, e se pensate che non c’è modo di tornare indietro se non avviando almeno la console è vitale avere una copia della nand originale prima di cimentarsi in questo tipo di operazione, almeno per il momento.


Sotto Fusion, in fase di Verifica Post-Scrittura (o Post-Lettura) freeza al 99%
Basta spegnere dal tasto Power e riaccendendola tutto sarà perfettamente funzionante!

Con questo Software è possibile fare un Dump della NAND per salvarlo in caso di bisogno, e se ad esempio ci si pente della nuova soluzione basterà riflash’are il Dump per tornare allo stato precedente, sono tuttavia con Fusion è consigliato riusare la nand creata inizialmente col software, o nel caso non la si possegga più ricrearne una con tutti i crismi indicati nella guida qui sul sito, è partendo da una copia estratta pulita dalla console prima del JTAG.