Finalmente disponibile servizio di riparazione dei fatidici 3 Led Rossi che affligge le consolle XBOX360 di prima generazione, dovuto in linea di massima alla cattiva qualità dello stagno usato per le saldature che per la legislazione USA deve essere totalmente privo di piombo, materiale che amalgamato adeguatamente con lo stagno fa si che le saldature siano perfette e durature nel tempo, e risentano meno dell’ossidazione che ne pregiudica la conduttività elettrica.

Il problema nelle XBOX360 comprese le attuali sono si le saldature, ma anche il fatto che il dissipatore viene tenuto fissato non con sistemi meccanici tipo quelli delle CPU dei PC per intenderci, ne con fissaggi canonici di altro tipo..

Bensi da un sistema che puntella il centro esatto della GPU/CPU e con un sistema di molla a torsione tiene tirato contro la GPU/CPU il dissipatore..

Questo comporta che col calore, il Pcb della scheda madre ceda e quindi la scheda tenda, spinta solo al centro dal basso verso l’alto e non dal resto della superfice coi contatti, ad allontanarsi ai lati più esterni causando dilatazioni nelle saldature dei vari contatti, presenti tutto intorno alla base di CPU/GPU, che una volta calde tendono a tornare allo stato liquido (cedendo allo scollamento dal Pcb della GPU/CPU stessa) per poi tendere a ossidarsi perdendo conduttività una volta raffreddate

Questo fenomeno è il problema che affligge le prime (ma anche se vogliamo le altre XBOX360 nelle revisioni successive, salvate dal fatto che la discesa in nanometri ha comportato minore necessità di wattaggio, e di conseguenza minor calore generato durante l’utilizzo) XBOX360 causando col tempo, per appunto la mancanza del collante rappresentato dal piombo, la perdita in alcuni contatti del corretto passaggio elettrico, da qui al riavvio successivo, durante il check-up che la consolle fa per controllare appunto i vari collegamenti elettrici vien rivelato un problema appunto ai contatti e saltan fuori i 3 led rossi.. che indicano appunto un errore generico, e per evitare danneggiamenti la consolle si rifiuta di avviarsi.

Come se non bastasse, la Microsoft faceva (se è per questo fa ancora) assemblare le propie consolle in Cina, dove ottimi zappatori vengono strappati all’agricoltura per essere impiegati in fabbriche elettroniche ad assemblare computers,macchine fotografiche, Telefonini e consolle, con questi risultati :

La pasta termocpnduttiva, già è di qualità davvero scadente, in più messa a questo modo fa lavorare davvero male la componentistica, specie la GPU che col calore piuttosto elevato in esercizio dopo un certo tempo la rende secca e non più termoconduttiva come quando la consolle era nuova, trasferendo poi il calore alla componentistica SMD presente sulla parte superiore della GPU stessa, cucinando per bene tutta la superficie.. e comporta col tempo un non ottimale isolamento termico ed elettrico che sommato a tutti gli altri fattori in gioco, è diretta concausa del RROD.. i 3 Led della morte come son stati soprannominati in rete.

Infine c’è il problema della RAM DDR3 che nelle varie revisioni della scheda madre, revisioni che hanno colpito anche lo stesso modello di scheda, da qui XENON, OPUS,ZEPHIR… Mentre per il dissipatore sempi-passivo delle GPU è stato adottato il sistema della pompa di calore in rame, che prelevava il calore dai core e lo trasferiva nel mini-dissipatore con alette in alluminio posto dietro il dissipatore della CPU che avendo di suo un minor calore da smaltire e un dissipatore molto migliore con pompa di calore in rame e vasta superfice alettata ventilata da flusso maggiore d’aria veicolato dalla canalina posta tra dissipatori e ventole posteriori, cosa che garantiva un enorme (rispetto a quello della GPU) flusso d’aria, che investendo il dissipatore secondario della GPU rendeva la temperatura di esercizio più bilanciata, per la RAM Microsft ha più volte spostato la posizione della stessa da sopra a sotto e viceversa, arrivando all’attuale architettura che la vede posta sulla parte superiore della scheda madre in posizione ventilata dalle prese d’aria laterali.

Nella foto si vedono appunto i 4 gommotti biadesivi termoconduttivi posti sopra ogni banco di memoria in modo da dissipare il calore generato in esercizio, soluzione usata per l’appunto nei primi modelli di XBOX360 in svariate revisioni, sino alla Falcon, revisione da cui hanno cominciato ad esser montate nella parte superiore.

Questi materiali sono quanto di più scadente il mercato tecnologico ha da offrire, in alcune guide caserecce vien consigliato addirittura di usare gomma pane, probabilmente migliore dei materiali usati da Microsft, la soluzione ideale sono le piastrelline termoconduttive della 3M per via dell’alta conduttività termica congiunta ala solidità migliore del materiale che oltre a tener dissipati i chip di memoria li tengono spinti una volta rimontata la scheda madre nella console contro il Pcb della motherboard e contro il telaio della consolle stessa che oltre a dissipar calor fa anche pressione fisica in modo che per contro, invece di cedere sotto il peso dei chip quando questi son molto caldi, lo stagno delle saldature vien compattato dalla spinta fisica del chip verso la scheda e successivamente grazie alla buona dissipazione garantita dai materiali termoconduttivi il problema non c’è più.

Questi a grandi linee i problemi!

Veniamo quindi alla soluzione, appunto il servizio che io propongo hce si occupa di risolvere tutte queste problematiche, con una metodologia ben rodata e testata alla perfezione su ormai un giusto numero di consolle, perfettamente ritornate a funzionare dopo i più svariati problemi (i 3 Led Rossi voglion solo dire “problema generico”, le cause sono varie.. un piccolo aiuto lo da la diagnostica, ma gran parte la si deve all’esperienza acquisita su più consolle con i più svariati trascorsi e modalità di utilizzo e sintomi).

Ho letto in giro per internet, in siti di cialtroni fotonali cazzate davvero grosse come case, un coglione che parla della sua ditta e dell’altra ditta, denunciando che l’altra ditta (credo sia Recoverybios.com) non riusciva a riparare le consolle che invece lui riparava senza problemi (è arrivato totò le mocò..) successivamente, ma che sempre quell’altra ditta si era fregata la lente del lettore DVD, un’altra volta aveva messo un altro lettore più vecchio… lasciando quindi intendere in un fottio di stronzate grosse come case e sgrammaticate che tutti son cialtrone, e lui il vero cialtrone è l’unico in gamba, l’unico capace, Deux-ex machina insomma… ma non diciamo cazzate!

Ci sono tanti professionisti seri, privati come me in questo caso o aziende che effettuano le varie procedure di riparazione a regola d’arte, la differenza sta nei materiali usati, io ad esempio uso i Kit Xecuter originali e quando trovo i materiali 3M e altre buone marche a buon prezzo mi rivolgo anche ad altri fornitori, nessuno usa come dice sempre uno di questi cialtroni rondelle scadenti, o avvita direttamente sulla scheda madre, tutti usano rondelle in teflon/nylon più o meno buone (hanno un costo non indifferente credetemi) e in acciaio, la differenza sta tutta nelle misure, il diametro più valido, le metodologie insomma!

Basta girare per youtube o siti vari per vedere varie guide con metodi semplificati.. che spesso risolvono una problematica per ingenerarne un’altra… più spinta ai lati esterni, e senza più il pistolotto delle X-Clamps nessuna spinta nel centro che prema ala scheda madre verso il dissipatore, e basta guardare le foto in questo articolo per vedere che nella parte centrale si trovano parecchie interconnessioni! Come già scritto, gomma pane invece dei pastigliozzi termoconduttivi ben spessi della 3M ecc. ecc.

La mia metodologia è parecchio innovativa, miscela varie scoperte fatte nel corso delle varie riparazioni in un insieme di accortezze che garantiscono un lavoro duraturo nel tempo, che oltre a riparare un guasto si occupa di prevenirne di successivi (nei limiti del possibile insomma, se scoppia un condensatore, problema che affligge l’1% delle consolle XBOX360 che tornano in assistenza in Germania,, non è che posso cambiare tutti i condensatori).

A differenza di molti miei concorrenti privati, in caso di mancato successo nulla è dovuto, la consolle viene accettata solo dopo aver saputo il codice errore secondario (che si ottiene premendo in successione il tasto sincronizza-joypad assieme al tasto Eject in una consolle con i 3 Led Rossi), e nel caso dopo aver visto la consolle.

La riparazione viene eseguita in 2-3 giorni per via che serve un minimo di pre-testing e testing accurato dopo la riparazione per evitare possibili sorprese una volta riconsegnata la consolle, e per l’arrivo dei materiali quando ne sono momentaneamente sprovvisto.

Il tutto ad un costo di 60€ “Chiavi in mano”.

Per contattarmi:

Tel Cell. 338-5824723

e-Mail assistenze@gmail.com